Vai a sottomenu e altri contenuti

Servizio Educativo Territoriale

Gli interventi attuati in favore della famiglia e dei figli minori, mirano ad arginare le situazioni di disagio e a sostenere i genitori nell'assolvimento dei compiti istituzionali.

Il servizio educativo territoriale ha l'obiettivo di sostenere il minore e il suo nucleo nei momenti di difficoltà fornendo gli strumenti per fronteggiarle e rimuoverle, aiutandoli a scoprire le proprie potenzialità, riconoscere i propri bisogni.
In alcune situazioni si propongono prestazioni di supporto scolastico.
Il servizio educativo territoriale dal mese di aprile 2015 è gestito in forma associata nell'ambito del PLUS del distretto Ghilarza - Bosa e prevede l'erogazione di una serie di interventi che rispondono alle esigenze dei minori,delle famiglie e della comunità intesa come opportunità educativa
Il servizio ha valenza socio-psico-pedagogica ed è costituito dal complesso di interventi di natura socio-educativa, di supporto scolastico, e di animazione rivolti al singolo ed al gruppo.
Il servizio socio educativo territoriale e supporto alla responsabilità familiare si pone come obiettivi:

  • sostenere le famiglie nello svolgimento delle funzioni educative, in particolar modo in presenza di eventi critici;
  • favorire nei minori la partecipazione attiva nella vita comunitaria attraverso la condivisione di regole e obiettivi comuni all'interno di spazi aggregativi;
  • promuovere e valorizzare l'idea di COMUNITA' EDUCANTE;
  • potenziare il lavoro di rete tra le agenzie educative;
  • fornire ai bambini e ai ragazzi occasioni di crescita positiva nel loro contesto di vita (la scuola, lo sport, il vicinato, la parrocchia, le associazioni, la strada...);
  • promuovere la sperimentazione di attività creative e propositive unificando la modalità di svolgimento dei servizi sul territorio;
  • supportare e potenziare le capacità genitoriali;
  • favorire la spontaneità, lo sviluppo della creatività, la libera iniziativa e la scoperta del singolo e del gruppo;
  • favorire il senso di appartenenza dei bambini al gruppo attraverso un confronto costruttivo volto a sviluppare capacità relazionali e di negoziazione.

I servizi sono articolati attraverso prestazioni professionali di operatori ed esperti, la cui diversità di competenza è di garanzia per la presa in carico del caso e l'organizzazione delle attività.
In particolare il servizio è così organizzato:

  • Referenti: L'assistente Sociale del Comune e l' equipe psico-pedagogica del Plus, con funzioni di filtro nei confronti delle domane/bisogni di aiuto e supervisione e coordinamento generale delle attività del set e di animazione; individuano i bisogni psico-socio-educativi, effettua la consulenza psico-socio-educativa.
  • Equipe del servizio educativo e attività di animazione: Pedagogista, Educatori, Animatori e/o esperti con funzioni coordinamento, organizzazione ed esecuzione delle attività.

E' prevista la collaborazione con le Scuole e Servizi socio-sanitari

Requisiti

I destinatari del Servizio Educativo Territoriale sono i minori compresi nella fascia di età che va dai 0 ai 17 anni e i rispettivi sistemi familiari, che possiedono congiuntamente i requisiti di residenza e domicilio nel territorio comunale: - minori le cui famiglie si trovino in difficoltà temporanea a garantire cure adeguate e ad esercitare la funzione educativa o che richiedano un intervento di sostegno alla genitorialità; - minori le cui famiglie siano portatrici di problemi strutturali che comportano emarginazione e disadattamento; - nuclei con grave conflittualità genitoriale e/o contenziosi relativi all’affidamento dei figli in regime di separazione; - situazioni di devianza; - minori con certificazione di disabilità, D.S.A. ecc.; - minori in situazioni di sospetto e/o accertato abuso e maltrattamento; - minori interessati da un decreto della Magistratura Minorile; - minori inseriti presso Istituti e Comunità interessati a processi di reinserimento familiare o che comunque vivono fuori dalla famiglia di origine. Potranno beneficiare del servizio anche i maggiorenni che presentano ritardo cognitivo, difficoltà nel raggiungimento dell'autonomia personale.

Costi

nessuno

Documenti da presentare

Il servizio può essere richiesto direttamente dalla famiglia o attivato su segnalazione dei servizi territoriali (Scuole, Asl, Tribunale Minori)

Termini per la presentazione

Le richieste possono essere presentate nel corso dell'anno

Incaricato

Murru Patrizia

Tempi complessivi

30 giorni
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto